Papa Francesco a quattro anni dall’elezione: “Continuate a pregare per me”.

papaff

Papa Francesco ha celebrato nella giornata di ieri il quarto anniversario dalla sua elezione. Quattro anni da quel 13 marzo 2013, il suo primo saluto, il primo Angelus, qualche giorno dopo, in cui Papa Bergoglio già definisce il carattere del Pontificato.
“Annuntio vobis gaudium magnum: habemus Papam! Eminentissimum ac reverendissimum dominum, dominum Georgium Marium, Sanctae Romanae Ecclesiae Cardinalem Bergoglio, qui sibi nomen imposuit Franciscum”.

Con queste parole il cardinale protodiacono Jean-Louis Tauran annunciava l’elezione di Papa Francesco. Affacciandosi dalla Loggia centrale della Basilica Vaticana per il suo primo saluto, il Papa si rivolgeva così alla folla presente in Piazza San Pietro:

“Fratelli e sorelle, buonasera!”.

“Vi chiedo un favore: prima che il vescovo benedica il popolo, vi chiedo che voi preghiate il Signore perché mi benedica: la preghiera del popolo, chiedendo la Benedizione per il suo Vescovo. Facciamo in silenzio questa preghiera di voi su di me”.

La misericordia di Dio è al centro del messaggio cristiano:

“Questa parola cambia tutto. E’ il meglio che noi possiamo sentire: cambia il mondo. Un po’ di misericordia rende il mondo meno freddo e più giusto. Abbiamo bisogno di capire bene questa misericordia di Dio, questo Padre misericordioso che ha tanta pazienza”.

“Avete pensato voi alla pazienza di Dio, la pazienza che lui ha con ciascuno di noi? Quella è la sua misericordia. Sempre ha pazienza, pazienza con noi, ci comprende, ci attende, non si stanca di perdonarci se sappiamo tornare a lui con il cuore contrito. ‘Grande è la misericordia del Signore’, dice il Salmo”.
(Da Radio Vaticana)

Condividi questo articolo

PinIt