25.mo memoriale della morte di Don Tonino Bello

newsflash

L’attuale presidente di Pax Christi, mons. Giovanni Ricchiuti, ricorda con stima e gratitudine l’esempio di don Tonino Bello, rimarcando che ancora oggi “ci invita a coinvolgerci non solo con le parole”, ma integralmente e personalmente. “Nel cuore di tutti noi – precisa ai nostri microfoni – rimane l’invito a raccogliere il suo testimone, a proseguire la sua corsa”. Concretamente, prosegue, vuol dire “continuare nell’oggi, nelle dinamiche di guerra e di violenza, che sono sotto i nostri occhi tutti i giorni, continuare il cammino, formare le coscienze”, soprattutto “nelle scuole, tra i giovani”, perché il “dinamismo della non violenza” alla fine “genera pace”.

Condividi questo articolo

PinIt