Il Santuario di San Pio a San Giovanni Rotondo

santuario di san pio

Il Santuario di San Pio, chiamato anche Chiesa di Padre Pio, si trova in provincia di Foggia nella città di San Giovanni Rotondo in cui dal 1916 al 1968, anno della morte, visse Padre Pio da Pietrelcina, al secolo Francesco Forgione. Egli fu proclamato Santo da Papa Giovanni Paolo II in Piazza San Pietro il 16 giugno 2002. La sua festa liturgica cade il 23 settembre.

Progettato dall’architetto Renzo Piano, il Santuario fu finanziato quasi esclusivamente dalle offerte dei tantissimi pellegrini che arrivano ogni giorno a San Giovanni Rotondo da ogni parte del mondo e inaugurato, dopo circa dieci anni di lavori, il 1° luglio 2004. Misura circa 6000 m2 e può arrivare a contenere 7000 persone. Rappresenta la seconda chiesa in Italia per estensione dopo il Duomo di Milano.

Situato sul monte di San Giovanni Rotondo, è adiacente al vecchio Santuario inaugurato nel 1959 e fortemente voluto dallo stesso Padre Pio di cui ha ospitato le spoglie fino a poco tempo fa, quando queste sono state trasferite nella chiesa inferiore del nuovo edificio (proprio come avviene per la Basilica di San Francesco ad Assisi) in data 19 aprile 2010. La chiesa superiore, invece, è suddivisa in tre ambienti: la sala liturgica, la cappella dell'eucaristia e la sagrestia.

Caratterizzato esteriormente dalla forma di una conchiglia, il Santuario di San Pio è grande ma accogliente allo stesso tempo, dando una piacevole sensazione di calore e di umiltà. Fu con l’impegno di rispettare questi canoni, infatti, che il Santuario fu commissionato all’architetto Piano dai frati minori cappuccini che lo reggono. La costruzione consta anche di un vasto sagrato intitolato a Giovanni Paolo II e al quale è collegato da un’enorme vetrata decorata con una scena dell’Apocalisse e un viale di accesso circondato da una ricchissima ed estremamente variegata vegetazione irrigata a goccia.

Il caratteristico campanile orizzontale contiene otto campane delle quali una dedicata a Padre Pio e le altre a diversi santi francescani. La croce, anch’essa progettata da Renzo Piano, è a sezione quadrata ed è stata donata al Santuario dalla Regione Puglia.

Ultima nota da sottolineare, il Santuario è stato costruito interamente utilizzando la pietra di Apicena come elemento strutturale oltre che decorativo, un materiale di per sé molto poco duttile, ma grazie al contributo di una preziosa squadra di geologi, oggi l’edificio è estremamente resistente, nonostante si trovi in territorio sismico.

Condividi questo articolo

PinIt