Conferenza Internazionale sull’autismo in Vaticano

autismo

Stamane si è aperta in Vaticano la Conferenza Internazionale sull’autismo. Un ricco confronto interdisciplinare tra esperti, scienziati e ricercatori su un disturbo complesso che il mondo scientifico non ha ancora pienamente inquadrato in tutte le sue dinamiche.

“L’autismo è uno dei disturbi su cui si è concentrata maggiormente l’attenzione negli ultimi anni. Più lo conosciamo, più ci accorgiamo di quanto sia frequente e diffuso. La stima - direi ormai prudente – parla dell’uno percento della popolazione, quindi è molto diffuso. È più frequente nei maschi e questo è un dato ormai consolidato. Questo è il momento in cui di autismo si parla e su cui si fa molta ricerca. Cominciamo a capire anche molte cose. Quindi iniziamo ad avere alcune certezze. Sulle cause, in realtà, abbiamo ancora molti punti interrogativi da dover chiarire. Abbiamo, però, delle indicazioni molti forti che provengono dalle osservazioni  - anche epidemiologiche – che sono state fatte: non c’è dubbio che il disturbo dello spettro autistico sia un disturbo nel neurosviluppo che ha una forte base di tipo biologico e genetico in particolare. Sono molti i fattori che possono intercorrere tra loro. Probabilmente nessuno da solo è determinante, ma tutti possono contribuire, a vario livello, a determinare un disturbo. Questa è probabilmente la ragione della grande eterogeneità del disturbo stesso nel suo manifestarsi". 

Condividi questo articolo

PinIt