In Egitto il Natale sarà celebrato in forma “blindata”

newsflash

Camionette fuori dalle chiese e militari che smistano i fedeli: così la comunità cristiana d’Egitto festeggia il Natale in un Paese in cui si è sempre condiviso molto con la maggioranza islamica perché prima del terrorismo – che con la religione non c’entra niente – le feste erano di tutti. Il vescovo copto-cattolico emerito di Giza, mons. Antonios Aziz Mina, racconta quanto i cristiani egiziani amino il loro Paese, della volontà di ricordare in occasione del Natale i propri martiri con quel seme di speranza messo nel cuore dalla visita di Papa Francesco lo scorso aprile, quando “semplice tra i semplici” venne come “uomo di pace”.

Condividi questo articolo

PinIt